Sabato 13 aprile 2019 VANDANA SHIVA OSPITE DEL XXIII VALSUSA FILMFEST @ Teatro Fassino, Via IV novembre 19, AVIGLIANA (TO)

Vandana Shiva sarà ospite del Valsusa Filmfest, festival poliartistico sui temi della memoria storica, della montagna e dell’ambiente che da 23 anni anima la Valle di Susa.
In un incontro organizzato in collaborazione con Navdanya International Onlus, la nota attivista politica e ambientalista indiana verrà intervistata da Lisa Ariemma, co-presidente dell’Associazione Maydan.
La XXIII edizione del festival valsusino dedica un’attenzione particolare ad alcuni temi legati alla salvaguardia ambientale attraverso eventi di cinema, letteratura, arte e musica.

Si svolge dal 9 al 28 aprile 2019 in diversi comuni della Valle di Susa, la XXIII edizione del Valsusa Filmfest, festival poliartistico sui temi della memoria storica, della montagna e dell’ambiente che da 23 anni anima un territorio aperto all’incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici e numerosi eventi tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.

Tra i principali ospiti dell’edizione ci sarà Vandana Shiva, nota attivista politica e ambientalista indiana che sarà protagonista di un incontro in cui verrà intervistata da Lisa Ariemma, co-presidente dell’Associazione Maydan.
L’appuntamento è per il 13 aprile 2019 al Teatro Fassino di Avigliana con ingresso libero.
Vandana Shiva, presidente di Navdanya International, sarà in Italia dal 9 al 13 aprile per promuovere la Campagna “Per un’alimentazione e un’agricoltura libera da veleni”, un invito a sviluppare un movimento globale coeso per un cambiamento del paradigma produttivo, attualmente dominato dalle potenti multinazionali dell’agrobusiness, oramai capaci di influenzare le scelte della politica e quindi sovvertire i diritti democratici della popolazione.
Per ulteriori dati sulle conseguenze dei pesticidi e dell’agricoltura industriale sulla salute e i sistemi agroalimentari è possibile consultare il Manifesto “Food for Health” al link https://bit.ly/2TunDRW

Vandana Shiva è nata nel 1952 a Dehra Dun, nell’India del nord, e nel 1978 Shiva ha conseguito il dottorato di ricerca in filosofia alla University of Western Ontario (Canada) con una tesi vertente sulle implicazioni filosofiche della meccanica quantistica, dal titolo Variabili nascoste e località nella teoria quantistica.
Successivamente si occupa di ricerca interdisciplinare (scienza, tecnologia e politica ambientale) all’Indian Institute of Science e all’Indian Institute of Management di Bangalore.
Dopo aver fatto ritorno in India abbandonò il campo della filosofia della scienza per dedicarsi all’agricoltura.
Nel 1982 fonda il Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy, un istituto di ricerca da lei diretto.

È presidente di Navdanya International, organizzazione che ha fondato in India nel 1987 dando vita a un movimento per la difesa della sovranità alimentare, dei semi e dei diritti dei piccoli agricoltori in tutto il mondo, con campagne che l’hanno resa famosa anche in Europa, come quella contro gli OGM ed il loro uso in India.
Nel 1993 ha ricevuto il Right Livelihood Award, detto il Premio Nobel alternativo e il 9 aprile 2013 ha ricevuto dall’Università della Calabria la laurea honoris causa in Scienza della nutrizione. Attualmente è la vicepresidente di Slow Food e collabora con la rivista di Legambiente La Nuova Ecologia.

“Pianure screpolate, argini di fango secco, fiumi aridi, polvere giallastra, case e capannoni abbandonati: in un’Europa prossima ventura. (…) Oggi l’unica rivoluzione possibile è impedire al mondo di disfarsi. Bisogna innanzitutto pensare a conservare quello che è essenziale” [dal libro “Qualcosa là fuori” di Bruno Arpaia]
La XXIII edizione del Valsusa Filmfest dedica un’attenzione particolare alla salvaguardia dell’ambiente, tema di continua e crescente emergenza, purtroppo quasi sempre assente dai dibattiti politici.
L’ispirazione principale deriva dal libro “Qualcosa là fuori” di Bruno Arpaia che sarà ospite del Filmfest nei giorni seguenti in un incontro pubblico alla biblioteca di Avigliana il 15 aprile alle ore 18 e in due incontri dedicati alle scuole, il 16 aprile al Liceo Scientifico e Artistico Statale Norberto Rosa di Bussoleno e al Liceo Classico Statale Norberto Rosa di Susa

IL VALSUSA FILMFEST – 23 anni di storia dedicati al confronto culturale e alle nuove generazioni
Il Valsusa Filmfest dal 1997 anima la Valle di Susa e la caratterizza come un luogo aperto all’incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici, proiezioni fuori concorso e numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.
Un festival itinerante che si svolge in numerosi comuni della Valle di Susa e che coinvolge scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone grazie al suo profondo radicamento nel territorio.
In 23 anni di storia il festival è diventato un importante presidio culturale con una macchina organizzativa sempre più complessa e basata quasi esclusivamente sul volontariato.
Inoltre, il Valsusa Filmfest collabora attivamente con altre realtà sparse sul territorio italiano e dal 2010 fa parte della “Rete del Caffè Sospeso”, network di festival, rassegne e associazioni culturali in mutuo soccorso.
Tutte queste caratteristiche fanno sì che il festival riesca sempre a proporre cartelloni di qualità con eventi e ospiti di alto spessore.
L’obiettivo principale è sempre stato quello di promuovere cultura dando ampio spazio alle nuove generazioni e a eventi in grado di far riflettere e cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.

sabato 13 aprile 2019 – ore 17
Teatro Fassino, Via IV novembre 19, AVIGLIANA (TO)
Ingresso libero

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*