Giovedì 29 novembre 2018 – ore 21:00 La Scie du Bourgeon presenta “Innocence” allo Spazio FLIC, lo spazio del circo contemporaneo a Torino

Nuovo appuntamento di circo contemporaneo allo Spazio FLIC con un poetico e straordinario spettacolo di mano a mano e portés acrobatici di una compagnia belga ospitata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo per il progetto “Bruxelles En Piste”.

Nel mese di novembre 2018, l’intensa stagione di spettacoli della FLIC Scuola di Circo propone due spettacoli di due compagnie ospiti: dopo il divertente “Un eroe sul sofà” della compagnia Madame Rebinè rappresentato il 24 novembre, giovedì 29 novembre viene presentato “Innocence” della compagnia belga La Scie du Bourgeon, invitata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo nel contesto del progetto Bruxelles En Piste.
L’appuntamento è alle ore 21:00 allo “Spazio Flic” di Torino, lo spazio inaugurato nel 2016 all’interno di un vecchio hangar industriale nel periferico quartiere Barriera di Milano, dapprima come nuovo luogo di formazione e dal 2017 come attrezzata e professionale sala spettacolo.

Negli ultimi due anni, da quando lo Spazio FLIC è diventato anche una professionale sala teatrale, oltre che grande e attrezzata sala di formazione circense, la FLIC ha notevolmente aumentato la programmazione di spettacoli proponendo stagioni con numerosi appuntamenti.
Oltre alla presentazione delle proprie produzioni e delle coproduzioni derivanti da un percorso di sostegno che da sempre offre a molti dei propri ex-allievi, è aumentata la programmazione di compagnie ospiti che propongono spettacoli di alta qualità, con l’obiettivo di dedicare al circo contemporaneo un ulteriore spazio e di sensibilizzare sempre di più il proprio pubblico verso questa arte, un circo nuovo che si esprime con un linguaggio multidisciplinare in cui l’esibizione fine a se stessa è sostituita da una ricerca che lo unisce ad altre arti quali teatro, danza e musica con il fine di raccontare una storia o descrivere ambienti, atmosfere e personaggi.

Lo spettacolo “Innocence”
È un dialogo sul tempo che passa con i linguaggi delle tecniche del mano a mano e dei portés acrobatici.
In scena un uomo e una donna si domandano se riusciranno a invecchiare insieme. L’uomo vive il presente mentre la donna è bloccata in un limbo tra il suo passato e una proiezione del suo futuro, saltando avanti e indietro tra memoria e aspettativa. Diventeranno uno lo specchio dell’altro? E se lo specchio si dovesse rompere?
Nota dopo nota, la partitura musicale crea una melodia e le scene rivelano un universo. Lo spettacolo si nutre di ispirazioni, aspirazioni e ripetizioni; come un quadro di Chagall parte dalla realtà per arrivare alla fantasia e all’immaginario. I suoi personaggi sospesi sembrano fluttuare come fluttuano i ricordi, a volte sfocati ed imprecisi.
I due artisti, cercano di reinventare le loro storie attraverso la loro tecnica circense. Dialoghi, confronti e divergenze di opinioni si depositano per raccontare i loro cambiamenti, il loro futuro e la loro vecchiaia mettendo in discussione la realtà che si piega a mille interpretazioni. Lo spettacolo è stato prodotto dalla compagnia La Scie Du Bourgeon e dal centro di creazione Espace Catastrophe di Bruxelles.
Il mano a mano ed i portés acrobatici sono tra le discipline più spettacolari del circo ed uniscono tra loro danza, acrobatica ed equilibrio. Nel lavoro a coppie si distinguono le figure del porteur e dell’agile (parole in francese). Il porteur ha il ruolo di sostenere ed aiutare l ́agile a compiere figure acrobatiche al suolo o sopra di esso in una relazione basata sulla coordinazione delle forze di entrambi.
La Scie du Bourgeon
La compagnia ha sede a Bruxelles ma è composta da due artisti francesi che condividono un lungo percorso comune. Elza Bouchez e Philippe Droz infatti si incontrano durante un anno di studi alla scuola di circo di Chambery e nel 2010 sidiplomano presso l’ESAC di Bruxelles. Nel 2011 sono co-fondatori della compagnia Un de Ces 4 con cui creano il primo spettacolo da strada, dal titolo Madame et sa croupe. Nel 2013 collaborano con la compagnia Side Show alla creazione dello spettacolo Wonders e lavorano a numerosi progetti (Bleu Enfin!, Rouge, della Compagnia l’Elastique Citrique, L’Ange Bleu…). In parallelo coltivano la loro formazione come artisti soprattutto nelle discipline della danza e dell’arte clownesca, partecipando a numerosi corsi e stage.

Bruxelles en Piste porta il circo contemporaneo belga in Italia.
Nell’ambito di Focus Circus, anno dedicato al circo ideato dal Ministero de l’Aide à la Jeunesse, des Maisons de Justice, des Sports et de la Promotion della Regione di Bruxelles-Capitale, sette compagnie belghe – con artisti di richiamo internazionali e giovani talenti – sono impegnate tra settembre e dicembre 2018 in oltre trenta repliche in Piemonte, cui si aggiungono una decina di repliche in Emilia Romagna. Coordinato da Piemonte dal Vivo, Bruxelles en piste offre al pubblico una vasta gamma di proposte spettacolari, spaziando tra le tecniche – dalla giocoleria all’acrobatica, dal quadro coreano alla corda liscia fino al mano a mano – i temi, i linguaggi, le atmosfere. Il ricordo del passato, il sogno che diventa incubo, il burlesque, lo stop–motion, il contorsionismo… sono solo alcuni degli elementi che stanno animando i palcoscenici italiani grazie al circo belga. Maggiori informazioni in www.bruxellesenpiste.it

BIGLIETTI DI INGRESSO
L’ingresso è di 12 euro l’intero e 8 euro il ridotto.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni telefonare allo 011530217 o scrivere a [email protected]
I biglietti ridotti sono per over 65, under 12, soci della Reale Società Ginnastica di Torino, professionisti di circo e danza, allievi della scuola di teatro fisico di Philip Radice e di scuole circo professionali.

APPROFONDIMENTI SULLO SPAZIO FLIC E SULLA FLIC SCUOLA DI CIRCO
Lo Spazio FLIC
È lo spazio della scuola inaugurato nel gennaio del 2016 in un ex hangar industriale del periferico quartiere Barriera di Milano, in via Niccolò Paganini 0/200 a Torino. Nato come nuovo spazio di formazione, dal 2017 è stato adibito anche ad accogliente ed attrezzata sala spettacoli.
Un nuovo spazio di condivisione artistica e culturale che si inserisce anche in un contesto di riqualificazione urbana, poiché nasce nel cuore di uno dei quartieri più periferici e tra i più coinvolti nei processi di cambiamento sociale, culturale ed economico di una delle città più industrializzate d’Italia.
Lo Spazio è un open space di 700mq, dotato di tutti i confort e di tutte le attrezzature necessarie all’allenamento di numerose discipline (tecniche aeree, trapezio e corda ballant, palo cinese, equilibrismo, ruota tedesca, giocoleria, roue Cyr, verticali, mano a mano), ricavato con tanto lavoro e fatica per gestire al meglio i corsi dei sempre più numerosi allievi ma anche per accogliere residenze artistiche e per avere un teatro professionale nel quale presentare le creazioni della scuola e organizzare rassegne e festival.
Lo Spazio FLIC sta diventando sempre più un luogo di riferimento a Torino per il nuovo circo e per altri linguaggi performativi contemporanei, luogo di incontro fra artisti provenienti da tutto il mondo, spazio di creazione e ricerca per compagnie che vengono ospitate in residenza, da quest’anno grazie anche al programma triennale “Artisti nei territori” promosso e sostenuto da Mibac e Regione Piemonte.

LA FLIC SCUOLA DI CIRCO – 16 anni di professionalità e formazione di alto livello
LA FLIC è stata creata nel 2002 all’interno della Reale Società Ginnastica di Torino, la società sportiva per eccellenza in Italia perché nata prima di tutte le altre, nel 1844, e perché guarda al futuro tenendo presente la tradizione, l’esperienza e la storia che la contraddistinguono. La FLIC ha rappresentato spesso l’Italia nel mondo, interpretando le nuove tendenze europee e internazionali sullo sviluppo del nuovo circo, ed ha formato oltre 350 allievi, il 90% dei quali lavora nell’ambito del circo contemporaneo e dello spettacolo dal vivo in genere con alcuni di loro che sono entrati a far parte di grandi compagnie tra le quali Cirque du Soleil e Companie du Hanneton di James Thierre.
Recentemente la FLIC ha ottenuto il miglior punteggio in assoluto da parte del Mibac tra i progetti di formazione circense presentati per l’assegnazione del FUS ed ha vinto il bando “Artisti nei territori” per le residenze artistiche promosse da Regione Piemonte.
In questa stagione gli allievi FLIC sono 81, hanno età comprese tra i 18 e i 31 anni e provengono per il 65% dall’estero, di cui più della metà da paesi extra-europei. Compresa l’Italia, con ragazzi di diverse regioni, gli allievi giungono da 22 diverse nazioni: Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Cile, Canada, Colombia, Danimarca, Ecuador, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Israele, Italia, Lituania, Messico, Serbia, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Ufficio Stampa Lp Press – Luigi Piga – cell. 3480420650 – E-mail. [email protected]


Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*